5 passi per ottenere il massimo dalle fibre in pasticceria 

657

Le fibre in pasticceria sono diventate un ingrediente indispensabile. Non solo ci permettono di ridurre notevolmente la quantità di zucchero e di grassi nei nostri dolci, ma apportano anche molti benefici al nostro organismo. Possiamo migliorare notevolmente i nostri dolci introducendo le fibre come base. 

L’uso delle fibre in pasticceria

Esplorando la tecnica di lavorazione, possiamo comprendere meglio l’ uso delle fibre nella pasticceria. Esse svolgono un ruolo cruciale soprattutto quando arriva il momento di emulsionare. L’emulsione è una funzione tecnica in cui si uniscono due elementi: il grasso e l’acqua; in questo modo gli ingredienti vengono combinati a fondo per ottenere una consistenza ottimale che delizia per la sua freschezza ed eccellenza, offrendo infine una stabilità totale. 

Incorporando fibre tra gli ingredienti di base, possiamo ridurre significativamente le quantità eccessive di zuccheri e grassi tradizionalmente utilizzate nella preparazione dei dolci. In questo modo, le fibre agiscono come alternativa sostitutiva, permettendoci di godere di una consistenza sorprendente. Oggi è difficile farne a meno grazie ai loro molteplici benefici. 

Tra i vantaggi delle fibre c’è la tranquillità di sapere che stiamo consumando un prodotto più sano e, quindi, più leggero, oltre ad aiutarci a esaltare meglio gli ingredienti, come la frutta secca e la frutta in generale. 

Le fibre hanno diverse funzioni nei nostri dolci. Da un lato, forniscono maggiore elasticità, soprattutto quando allunghiamo l’impasto per manipolarlo, evitando che si rompa facilmente. Quando utilizziamo la fibra nella preparazione delle creme, ne aumentiamo la densità e lo spessore

Naturalmente, la fibra facilita l’emulsione del resto degli ingredienti, in quanto permette una migliore unione tra di essi, rendendo l’impasto più compatto, soprattutto se lo usiamo per fare elaborare il pan di Spagna, base di molti dolci. 

Se vogliamo conservare i nostri dessert congelati e poi scongelarli per il consumo, la fibra permette loro di mantenere la loro consistenza fresca, come se fossero appena fatti. 

Pur sostituendo i grassi, le fibre ci danno quella sensazione di cremosità al palato e un gusto dolce, essendo un’alternativa agli zuccheri. Abbiamo molte opzioni tra cui scegliere, a seconda dei problemi che vogliamo risolvere quando creiamo un dolce. Ogni tipo di fibra ci permette di ottenere il massimo dalle nostre produzioni. 

I passi per migliorare i nostri dolci

I problemi più comuni nella pasticceria trovano la loro soluzione se seguiamo 5 passi fondamentali. Questi sono incentrati sulla scelta delle fibre più adatte per ogni problema che si può presentare in cucina. Per farlo, abbiamo a disposizione i prodotti offerti dal marchio Sosa Ingredients, che offre sempre la migliore qualità per l’elaborazione dolciaria, grazie agli studi tecnologici effettuati per soddisfare pasticcerie e chef. 

1. Riduzione dei grassi

Uno dei problemi che più ci preoccupa, e che ha a che fare con la salute, è l’assunzione di grassi. Con le giuste fibre possiamo raggiungere questo obiettivo. In questo caso, utilizzeremo Inulina a caldo, proposta da Sosa Ingredients. Questo prodotto è perfetto per essere utilizzato in mousse, creme e gelati. 

L’inulina a caldo riesce a mantenere la massima cremosità, come farebbe il grasso, ma offrendoci un alimento sano, di origine vegetale. 

2. Riduzione dello zucchero

Possiamo ricorrere a due prodotti, a seconda delle nostre preferenze quando si tratta di ridurre lo zucchero o di sostituirlo completamente. Da un lato, l’inulina a freddo, oltre a conferire cremosità, esalta la dolcezza dei nostri dessert, permettendoci di ridurre la quantità di zucchero che usiamo di solito. Per questo motivo, è molto adatta anche ai sapori acidi, essendo un riferimento speciale nella preparazione dei sorbetti. 

D’altra parte, Oligofruct rende più facile dimenticarsi dello zucchero, in quanto fornisce quel pizzico di dolcezza che tanto ci piace nei dessert. Inoltre, è di origine vegetale e, quindi, più sano. 

3. Evitare la sineresi

La sineresi si riferisce alla perdita di umidità che, in questo caso, una torta può subire durante il processo di congelamento e scongelamento. Per evitarla, possiamo utilizzare Flaxfiber, che ci permette anche di ottenere una consistenza migliore. Questo prodotto è a base di lino dorato e bruno. 

Flaxifiber facilita l’emulsione e la stabilizzazione dell’impasto da utilizzare nel dolce. Con questa fibra possiamo anche addensare le creme e offrire una grande soddisfazione gustativa. 

4. Migliorare l’emulsione

Se quello che cerchiamo è una soluzione per l’emulsione. Cnosciamo già un’opzione come Flaxfiber, di Sosa Ingredients. Un’altra alternativa dello stesso marchio è Natur Emul, che è perfetto per glasse, mousse, creme e gelati. 

5. Creare dolci senza glutine 

Per ottenere un dolce senza glutine, è necessario sostituire la farina di grano con una combinazione di fibre, come Flaxfiber e Psyllium. Quest’ultima fibra proviene dalla Plantago ovata, una pianta che conferisce ai dolci elasticità, consistenza e una sensazione di spugnosità

Se vuoi saperne di più sulle fibre in pasticceria e conoscere i segreti di quest’arte culinaria, ti invitiamo a scaricare il Manuale sull’uso delle fibre realizzato in collaborazione tra Sosa Ingredientes e il campione mondiale di pasticceria Jordi Bordas.

Close
Sosa Ingredients © Copyright 2023. All rights reserved.
Close